1651
post-template-default,single,single-post,postid-1651,single-format-standard,qode-social-login-1.1.2,qode-restaurant-1.1.1,stockholm-core-1.0.7,select-theme-ver-5.1.1,ajax_fade,page_not_loaded,side_area_over_content,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
Blocco19

Spazi di coworking al Blocco 19

Tre piani, tante finestre, pietre a vista. Blocco 19 è una delle palazzine degli spazi di DumBo, in classico stile Novecento. Si apre accanto all’ingresso principale di via Casarini 19, affaccia su Piazza Ravone e sulle Piazzole.

L’edificio è uno spazio per il coworking e per la coproduzione: realtà e imprese diverse dividono alcune delle stanze, mettendo insieme idee e saperi diversi. Primi ad essere approdati negli uffici di Blocco 19 sono stati Apparati Effimeri, un progetto nato nel 2008 che lavora nel campo del visual design, tra i più importanti player nazionali del settore.

Anche Eventeria ha subito trovato casa qui. E’ l’agenzia bolognese che si occupa di comunicazione e organizzazione eventi che insieme a Open Group ha fondato Open Event, società gestrice di DumBO. Vicina di casa di Eventeria è l’Associazione Culturale Shape, una delle produzioni più famose dell’associazione è il Robot Festival, rassegna internazionale di musica elettronica e arti digitali, che nelle sue ultime date ha trovato casa proprio a DumBO.
Non solo comunicazione e cultura, c’è anche chi si occupa di formazione, accompagnamento e accelerazione di nuova impresa cooperativa. Si tratta di Coop Start Up Bologna che si è sistemata in uno dei piani del Blocco. Il progetto FairBnB  è invece una start up cooperativa che vuole proporre un modello di home sharing etico in alternativa al colosso AirBnB.
Al piano terra ha trovato posto il laboratorio di Adonai Sebhatu, artista che lavora spesso con materiali di riciclo e in sintonia con l’idea di trasformazione della cultura usa-e-getta in cultura  usa-e-riusa, ci ha raggiunti al Blocco 19 BackBO, un hub di economia circolare, con l’obiettivo di facilitare la transizione verso una Bologna a rifiuti zero.

Blocco 19 sta diventato un crocevia di linguaggi, di progetti, di idee e di persone; un luogo in cui contaminarsi e far nascere nuove reti, immersi in un ambiente dal fascino post- industriale. E gli arrivi al Blocco non sono ancora finiti…

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto